Diventare genitori senza perdere la propria sessualità

Che cos’è la sessualità? Quando ai corsi di educazione sessuale viene posta questa domanda, lo scenario in cui ci imbattiamo è pressoché sempre il medesimo. Solitamente si crea una situazione di silenzio e perplessità, in attesa che qualche coraggioso si butti e tenti di dare una risposta. Dopo lunghi ed interminabili secondi di silenzio, i partecipanti si sentono sollevati nel constatare i silenzi altrui e al contempo sorge una curiosità sempre maggiore. Quando i più intraprendenti si decidono a dare le prime risposte, spesso sentiamo dire che la sessualità sono gli organi genitali; che è ciò distingue gli uomini dalle donne; che è qualcosa che tutti conoscono, ma che è difficile da esprimere a parole. Dalla tensione iniziale si passa ad una sensazione di impotenza: tutti sentono di sapere molto più di quanto siano capaci di dire.

Che cos’è allora la sessualità? Come definire questa realtà che tanto ci motiva e ci condiziona, che può impedire all’adolescente di dormire, trasformare la vita degli innamorati, riempire i palinsesti delle nostre programmazioni televisive, aiutare a vendere un prodotto o formare vincoli affettivi straordinariamente forti?

La sessualità, come tutte le realtà complesse, non può essere definita da un solo punto di vista: la sessualità è il risultato del nostro corpo, della nostra mente, delle nostre emozioni, e, non per ultimo, dell’interazione con l’altro. Affinché ci sia una vita sessuale soddisfacente è quindi necessario che tutti questi aspetti siano ben integrati ed in armonia tra di loro.

Se tale visione è vera in generale, lo è ancora di più alla nascita di un figlio, momento in cui, all’interno della coppia, i due partner si confrontano con grandi cambiamenti. Cambia il corpo; cambia l’immagine, reale e percepita, di sé; cambiano gli equilibri ormonali (sia nelle mamme, che nei papà) con conseguente modificazione dei livelli di desiderio sessuale; cambiano le abitudini quotidiane; i ritmi di vita; ma soprattutto cambiano i ruoli all’interno della coppia: da coppia, si diviene coppia genitoriale. I due partner si imbattono nella ricerca di un nuovo equilibrio tra il rinnovato ruolo di compagna e compagno e le nuove mansioni di mamma e papà. A questo proposito è fondamentale non privilegiare solamente la genitorialità, a discapito della coppia. Le due realtà possono, e devono, convivere.

Il confronto con una realtà del tutto nuova, tanto entusiasmante quanto impegnativa, implica, nella maggior parte dei casi, una diminuzione della frequenza dei rapporti sessuali, ma  a questo proposito è importante non focalizzare l’attenzione sulla mera frequenza, quanto piuttosto analizzare altri parametri, quali ad esempio la soddisfazione sessuale o l’intimità. Ritrovare la complicità e recuperare degli spazi propri è assolutamente necessario.

Superare questo momento è semplice se entrambi i partner sono aperti alla condivisione, alla comunicazione ed alla possibilità di vivere la sessualità in una modalità che può risultare differente da quella che era e, perché no, anche migliore. In genere si torna alla propria “normalità” in circa 6 mesi e la ripresa dell’attività sessuale può avvenire in maniera del tutto naturale. Tale ripresa è comunque molto soggettiva e dipende anche da come era vissuta la sessualità dalla coppia prima dell’arrivo del bebè.

In ogni caso sarebbe ottimale considerare questo momento della vita di coppia come un’occasione unica per rinnovarsi nella sessualità, creare una nuova dimensione erotica e scoprire realtà finora inesplorate, anche più coinvolgenti ed eccitanti di prima. Un momento tutto nuovo di aggiustamento reciproco in tutti i campi, non ultimo quello della sessualità, in cui ritrovare progressivamente un equilibrio, sempre rinnovabile, negoziando gusti, preferenze e tempi!

Dott.ssa Helen Casale

Copyright © 2012 - Trono Consulting Srl All rights reserved - e: info@sosgenitori.it - t: +39 346 7067060 - f: +39 051-0822061
Trono Consulting Srl - P.I. 01996980502 - Via Vespucci, 11 - Santa Croce sull' Arno (PI) - Capitale sociale i.v. 25.000 euro
Agenzia di Ricerca e Selezione del Personale
Iscritta all'Albo delle Agenzie per il Lavoro - sez. IV
MMinistero del Lavoro e Politiche Sociali - Aut. MIn. prot. 13/II/0009764 del 07/07/2011